Ultimo aggiornamento:  13 giugno 2016 9:46

Angelo Po passa agli americani

Angelo Po, la storica società carpigiana a capo di un gruppo leader a livello internazionale nel mercato degli impianti per la ristorazione professionale, passa di mano agli americani. La famiglia Po ha infatti ceduto il 100% dell’azienda a Marmon Food, Beverage & Water Technologies Company, società basata in Usa parte di Berkshire Hathaway Inc.

“L’accordo – fa sapere la società carpigiana tramite un comunicato – rende effettiva l’unione tra due storie di successo con l’obiettivo comune di realizzare un nuovo benchmark a livello globale per l’eccellenza nel settore del foodservice. Le attività di Angelo Po e Marmon sono fortemente complementari, da un punto di vista sia geografico sia di offerta. L’acquisizione crea sinergie importanti di natura tecnologica, industriale e commerciale, che sosterranno un’espansione rapida e significativa a livello mondiale”.

Angelo Po ha conquistato una reputazione internazionale in oltre 94 anni di storia per la qualità superiore del design e della produzione delle soluzioni per le cucine professionali, dalle linee di cottura orizzontali e verticali ai sistemi per la conservazione degli alimenti. Attraverso le proprie aziende specializzate nelle tecnologie per il Food Service, Marmon progetta e produce attrezzature per la preparazione di cibi caldi e freddi presso i principali servizi di cucina rapida e altri ambiti commerciali e istituzionali del mercato mondiale. Inoltre, nel settore bevande, è fornitore di attrezzature per la distribuzione e la refrigerazione di bevande ai principali brand mondiali del settore beverage e food retail, offrendo prodotti che combinano in un solo pacchetto soluzioni di merchandising ed erogazione. La acquisizione è tesa all’ulteriore rafforzamento sul mercato del marchio Angelo Po. La produzione sarà mantenuta presso i siti di Carpi e di Ascoli Piceno; la forza competitiva dell’azienda e la qualità dei suoi prodotti saranno potenziati grazie all’ingresso nell’orbita industriale di Marmon Food, Beverage & Water Technologies Company. Sulla base di accordi intervenuti con la parte venditrice, Rossella Po continuerà a ricoprire il ruolo di Presidente Esecutivo e collaborerà con Marmon all’indirizzo strategico di Angelo Po. Il gruppo oggi conta circa 450 dipendenti, 3 unità produttive in Italia e 4 filiali estere. Ha chiuso il 2015 con un fatturato consolidato pari a circa 83 milioni di euro.