Ultimo aggiornamento:  3 luglio 2017 11:58

BEACHWEAR INFLUENCERS – I colori dell’’estate 2017

L’argomento costumi da bagno è sempre molto complicato e vi spiego subito il perché: il beachwear è uno dei pochi capi della moda che è totalmente sfuggito dal monopolio delle grandi catene. Un mercato molto particolare che ha visto in pochi anni la nascita di un elenco infinito di marchi, pronti a vendere la loro idea di moda-spiaggia. Ma tutte queste aziende, con tutte le loro proposte, hanno creato molta confusione su concetto di cosa sia “alla moda“ per quest’estate, o addirittura la prossima. È diventato un po’ un: “tutti dentro”, fra tagli, forme, cuciture, stampe sulle spiagge troveremo una varietà disparata di proposte, senza riuscire a capire realmente quale modello sia di quest’anno e quale un riciclo dell’anno scorso.

Un parametro su cui fondare un top selection è sicuramente l’esposizione pubblicitaria, in soldoni, quanto fa chiacchiera e quanto è seguito e apprezzato sul web,  non per nulla ormai la maggior parte degli influencer presenti sui social hanno deciso di buttarsi sulla produzione propria, partendo dalla pioniera Chiara Biasi, adesso presente con la nuova linea Poisson d’Amour per arrivare a Oscar Branzani con Sonten, a Belen Rodriguez con MeFui e tanti altri nomi, fra cui: Rama Lila e Iconize con Thoma o Chiara Nasti con Piume Etheree.

Per chi invece si vuole ancora sentire sicuro di entrare nel negozio e scegliere fra le tante proposte dei marchi più navigati del settore, non possiamo non menzionare i brand più autorevoli che da decenni producono costumi da bagno. F**k nei migliori negozi di intimo si conferma sempre all’avanguardia, con un’altissima qualità del prodotto. Tezuc, re indiscusso della riviera romagnola, Pin Up Star, capace ogni anno di reinventarsi e proporre sempre nuove idee mare.

Questi sono solo alcuni esempi, della miriade di nomi presenti sul mercato.

Morale della favola, care lettrici, anche quest’anno non c’è un vero e proprio prototipo ti tendenza che vedremo sfilare sulle spiagge, quindi cogliamo la palla al balzo per scegliere modelli che ci piacciono e che più ci valorizzano, anche se a volte possono sembrare un po’ OldSchool.

Buona anarchia beachwear.

Arianna Bertoncelli – Next Stop