Ultimo aggiornamento:  22 maggio 2017 11:49

Borse di studio di Sacmi

Dopo il grande successo dell’edizione 2016, caratterizzata dall’alta partecipazione degli studenti e dall’ottima qualità dei progetti presentati, SACMI ripropone l’iniziativa che, ricordando il collega Giorgio Sarani prematuramente scomparso, offre un sostegno concreto agli studenti capaci e meritevoli, favorendone il completamento del percorso di studi e l’iscrizione all’Università. Cerimonia ufficiale di premiazione sabato 20 maggio, presso l’ITIS Alberghetti
Da sempre al fianco degli istituti scolastici del territorio per favorire la qualità dell’offerta formativa, la diffusione della cultura d’impresa ed un concreto sostegno ai ragazzi che scelgono di investire sulle proprie competenze e talenti, SACMI lancia la seconda edizione delle borse di studio “G. Sarani”, l’iniziativa ideata nel 2016 per onorare la memoria del collega prematuramente scomparso, per tanti anni esempio, in azienda, di passione e dedizione al lavoro unite al forte impegno nelle attività sociali.
Sviluppata in collaborazione con la dirigenza scolastica dell’ITIS Alberghetti di Imola, nella persona della dirigente Vanna Maria Monducci, l’istituzione delle due borse di studio – sottolinea il presidente di SACMI Imola, Paolo Mongardi – ha registrato, nel 2016, “una grande partecipazione da parte degli studenti coinvolti, a partire dall’alta qualità dei progetti presentati per arrivare al momento, significativo e per molti versi toccante, della consegna dei premi”.
Significativo, perché si tratta di un sostegno economico concreto al completamento degli studi finalizzato all’iscrizione ad un corso universitario. Toccante, perché “il premio non è solo un modo per sottolineare il quotidiano impegno di SACMI a supporto dei giovani e della diffusione della cultura tecnica – osserva il presidente Paolo Mongardi – ma anche un’occasione per ricordare ed onorare la memoria di Giorgio, per tutti un esempio di come attraverso la formazione e l’impegno si possano raggiungere traguardi importanti e, allo stesso tempo, mettersi al servizio degli altri e della comunità”.
Da parte della cooperativa imolese, in sostanza, un’iniziativa di sostegno agli studenti “capaci e meritevoli” che passa anche dalla qualificazione del complesso dell’offerta formativa del territorio, un passaggio chiave sostenuto da SACMI – da ultimo – nella donazione allo stesso Istituto Alberghetti della nuovissima aula CAD 3D, inaugurata a dicembre scorso alla presenza degli studenti, della dirigenza dell’istituto e di rappresentanti istituzionali di alto livello, nel segno della sinergia – vincente – tra scuole, aziende e territorio.
Nell’immagine, il momento della consegna del premio (prima edizione, 26 maggio 2016)