Ultimo aggiornamento:  29 agosto 2016 9:13

Crescita inesorabile

“In ciascuno dei cinque continenti è presente almeno un sistema prodotto dalla nostra azienda, non dimenticando le origini della nascita dell’attività nell’ambito delle ceramiche e della meccanica del distretto sassolese”. È davvero ampio il raggio di azione di Selettra, società leader come “system integrator” nell’ambito industriale, un’altra di quelle realtà che rappresentano il nostro territorio nel mondo con professionalità e competenza. Professionalità e competenza maturate in 25 anni di attività: Selettra nasce proprio nel 1991, esattamente il 16 aprile, in un piccolo magazzino di Fiorano di 200 mq. A spiegare la realtà di Selettra è Paolo Ventura, unico fondatore e da sempre CEO, che ha iniziato l’attività applicando le conoscenze acquisite in giovanissima età prima nel settore maggiormente presente nel nostro territorio, cioè la ceramica, per diffondersi rapidamente in molte altre realtà industriali. Sei anni più tardi, infatti, lo spostamento a Formigine e l’ampliamento dell’orizzonte, con investimenti in settori alternativi a quello della ceramica, hanno permesso una crescita inesorabile di Selettra. E in effetti la crescita ha reso necessario, nel 2004, un altro spostamento, nell’attuale stabilimento produttivo di Sassuolo di 2000 mq. Dieci volte più grande di quello in cui tutto cominciò. Numeri che ben descrivono il livello raggiunto da Selettra. Ad oggi infatti ha realizzato impianti e macchine per le multinazionali più note; l’elenco è lungo ma ne citiamo alcune come Coca Cola, gruppo Fca (Fiat-Crysler), Carlsberg, Tenaris, Arcelor Mittal, Marcegaglia, Sandvik, Sanofi, Mars, Kraft e tante altre. Nell’ultimo anno, dopo un lungo percorso di qualifica, Selettra ha raggiunto un nuovo traguardo importante diventando fornitrice dalla nota multinazionale Mitsubishi per la realizzazione di impianti di produzione dell’energia elettrica da fonti rinnovabili (biomasse e geotermia per la maggior parte) tramite la tecnologia ORC. Di recente è stato acquisito un grande impianto di depurazione fanghi per la Raelb Canadese (con quadri elettrici certificati secondo le norme americane cULus) ed è stato ultimato il revamping dell’intero reparto di produzione di un famoso salumificio (Salumificio Gigi) in provincia di Modena con grande soddisfazione della proprietà. In quest’ultimo caso si è potuto mettere a frutto l’esperienza accumulata con una fornitura “chiavi in mano” dallo smantellamento del vecchio impianto alla progettazione, costruzione e messa in funzione dell’interno impianto senza mai fermare la produzione, potendo lavorare nei periodi di fermo impianto.

Un nuovo settore è stato esplorato portando Selettra ad acquisire per la Lukoil (la più grande società petrolifera russa in Italia) la gestione di 7 testate di pozzi petroliferi in Mar Caspio seguendo le normative Atex per zona a rischio esplosione in presenza di gas con sistemi di sicurezza ridondanti. La maggior parte della clientela è rappresentata quindi da multinazionali, che operano in diversi paesi: per questo Selettra realizza i propri progetti in tutte le lingue partendo dall’inglese fino al tedesco, spagnolo, francese, russo, polacco e cinese.

Forte della propria esperienza, dei sistemi di progettazione all’avanguardia e del  personale qualificato, ha fatto dell’internazionalizzazione uno dei tratti distintivi dell’azienda sassolese, che, oltretutto, nel 2012 ha ottenuto la certificazione per poter commercializzare i propri prodotti negli Stati Uniti e in Canada (certificato numero E356731). Ma lo sguardo oltreoceano non ha mai distolto l’attenzione sul territorio, che ha sempre riconosciuto in Selettra una realtà di prestigio. In questo settore, così come in tutta l’economia di oggi in generale, la parte del leone la fanno innovazione e ricerca: “Il nostro team di sviluppo – spiega Ventura – attraverso l’acquisizione di commesse nei settori più disparati è sempre alla costante ricerca di nuove soluzioni e prodotti riuscendo così ad ottenere performance sempre migliori in quanto oltre all’attività di problem solving (risoluzione del problema dato) si presenta anche la necessità del problem finding (ricerca del problema che può celarsi in un progetto)”.

“Ovviamente i corsi di aggiornamento e l’innovazione dei sistemi utilizzati – sottolinea il titolare di Selettra – rendono il prodotto offerto sempre più performante ma che allo stesso tempo riduce i costi rendendolo competitivo. Partendo quindi dall’idea del cliente, proponiamo la realizzazione dell’ingegneria di base e di dettaglio, la progettazione elettrica e software, la costruzione delle apparecchiature elettriche di logica, comando e distribuzione, il test delle stesse presso la nostra sede, il montaggio elettrico in cantiere o presso l’officina del cliente e la messa in funzione con relativo training del personale nello stabilimento dell’utente finale”. È questo il core business di Selettra, che lavora soprattutto “su misura”, per offrire al cliente esattamente ciò di cui ha bisogno.

Una volta resi funzionanti i sistemi, Selettra non dimentica i propri clienti in quanto il servizio di assistenza ha una rilevanza fondamentale, tanto che in caso di problemi che si possono presentare sull’impianto anche dall’altro capo del mondo, si possono risolvere tramite internet con sistemi di teleassistenza o tramite assistenza tecnica diretta in stabilimento. Un pacchetto completo che, ad oggi, sta dando i propri frutti.

Daniele Franda