Ultimo aggiornamento:  4 maggio 2017 9:39

CURCUMA

La spezia antiossidante dalle proprietà depurative e antitumorali

Nota anche con il nome di zafferano delle indie è largamente utilizzata nella cucina indiana e mediorientale e vanta straordinarie proprietà curative già utilizzate nella medicina ayurvedica da migliaia di anni. Ciò che ha catturato l’attenzione dei ricercatori è la bassissima incidenza di tumori in India, il Paese in cui si registra il maggior consumo al mondo di questa spezia.
Pianta erbacea perenne, dal caratteristico rizoma di colore giallo è originaria dell’asia meridionale, India e Indonesia. Si ricava da una pianta chiamata Curcuma Longa e si impiega come depurativo generale, digestivo, antinfiammatorio, contro la dissenteria, artrite e disturbi epatici.

Proprietà antiossidanti e disintossicanti della curcuma 
Questa specifica proprietà sarebbe da attribuire alla curcumina, sostanza presente all’interno della spezia e dotata di un forte potere antiossidante, che blocca la crescita di cellule tumorali, facendole regredire fino a farle morire. In particolare, numerosi studi hanno evidenziato una spiccata attività di protezione contro i tumori dell’apparato digerente (colon, stomaco, intestino, esofago) e del tumore al seno.
Inoltre sul fegato la curcuma esercita una forte azione disintossicante, depurandolo da eccessi e scorie accumulate nel tempo. Per questo motivo è spesso indicata in caso di abuso di alcool o farmaci, cirrosi, epatiti o come digestivo per digestione lenta, pesantezza o disturbi intestinali. In più, grazie alla sua elevata proprietà antinfiammatoria, la curcuma è un noto rimedio contro le artriti, le artrosi e le infiammazioni muscolari.

Benefici della curcuma sulla pelle 
I benefici della curcuma non finiscono qui. La curcumina gode di proprietà cicatrizzanti: in India viene applicato il rizoma di curcuma per curare ferite, scottature, punture d’insetti e malattie della pelle. Questa pianta aiuta a rimuovere le impurità della pelle, soprattutto in caso di acne e pelle grassa.

La curcuma per rinforzare il sistema immunitario 
Secondo diversi studi, questa spezia può essere considerata un buon alleato nel rinforzare le difese immunitarie grazie alla sua attività immunostimolante. In caso di influenza o malanni di stagione, quindi, un buon piatto con la curcuma può essere di grande aiuto.

Qualche consiglio su come utilizzare la Curcuma
È possibile reperire la curcuma in polvere o in rizoma fresco nei mercati delle spezie o nei negozi specializzati e anche online. È importante sapere che la curcuma andrebbe sempre associata al pepe e ad un olio vegetale per beneficiare al meglio delle sue proprietà.
Ad esempio si possono aggiungere un paio di cucchiaini di curcuma all’acqua di cottura della pasta oppure una spolverata direttamente sul condimento. Ottima integrazione la si ottiene tra la curcuma e cereali come ceci o lenticchie. Mezzo cucchiaino in una tazza di tè nero darà un sapore particolarmente mediorientale alla bevanda. Nelle medicine orientali, in caso di disturbi intestinali, si scioglie un cucchiaio di curcuma in un bicchiere di acqua calda; questo aiuterà a digerire meglio e beneficiare di tutte le proprietà della curcuma. Per la pelle invece potete preparare in una ciotola un mix composto da 1 cucchiaio di curcuma in polvere, alcune gocce di succo di limone e un po’ di acqua fino ad ottenere un composto omogeneo. Spalmare la miscela sul viso e lasciate agire per 10/15 minuti prima di procedere con il risciacquo. Il colore giallognolo che la curcuma rilascia sulla pelle andrà via naturalmente dopo due o tre lavaggi e combatterà gli inestetismi.

Silvia Rossi