Ultimo aggiornamento:  27 settembre 2017 3:30

Per favorire l’occupazione giovanile

Favorire l’ingresso nel modo del lavoro dei giovani dei Comuni dell’Unione del Frignano, valorizzando le loro capacità e fornendo tutti gli strumenti di orientamento, attraverso un percorso formativo che prevede anche il coinvolgimento delle imprese.

E’ questo l’obiettivo del progetto “Divenire-School of Dreamers” che prenderà il via venerdì 20 ottobre e terminerà a giugno 2018, con un ciclo completamente gratuito di lezioni settimanali tenuto da docenti e formatori, rivolto a un massimo di 25 partecipanti, di età compresa tra i 18 e 35 anni.

Il progetto,  promosso dall’Unione del Frignano – Coordinamento Politiche Giovanili, è cofinanziato dalla Regione Emilia Romagna –  “Assessorato alla Cultura e Politiche giovanili e per la legalità”, con il sostegno di Banco Bpm – Banco San Geminiano e San Prospero e Rete Imprese Italia.

Per tutte le informazioni e iscrizioni è possibile consultare il sito www.divenire.camp <http://www.divenire.camp> ; https://www.facebook.com/Divenireschoolofdreamers/; oppure contattare lo staff all’indirizzo email: hello@divenire.camp o telefonando al numero 339 8715130.

«Questo progetto – sottolinea Leandro Bonucchi, presidente dell’Unione del Frignano – è già stato sviluppato con successo a Bologna e in Valsamoggia. Abbiamo voluto portarlo nel nostro Appennino per offrire una opportunità in più ai giovani che cercano lavoro con l’obiettivo di favorire lo sviluppo di imprenditorialità legate al territorio e alla sua valorizzazione».

La proposta progettuale che verrà realizzata nel Frignano è stata affidata dall’Unione ad “Allenamente Coach and Counsulting”, gruppo di consulenti e formatori aziendali, che ha ideato il progetto in collaborazione con Cob Social Innovation, associazione che ha creato spazi di coworking e sviluppa eventi dedicati all’innovazione sociale.

«Il percorso è particolarmente innovativo – spiega Luisa Ciocci di Allenamente Coach and Consulting, ideatrice del progetto insieme al collega Valerio Betti – perché invita i ragazzi a valorizzare prima se stessi e poi a rapportarsi con ciò che incontrano nel mondo esterno in un’ottica condivisa di cooperazione locale tra pubblico, privato, aziende e giovani. Inoltre altri imprenditori di singole realtà produttive del Frignano, cui è stato presentato il percorso, hanno dato piena adesione a collaborare al progetto».

Le sedi di svolgimento dei corsi sono state raggruppate, secondo un accordo tra i dieci Comuni, su Pavullo (per i residenti a Pavullo, Serramazzoni, Lama Mocogno e Polinago), Fanano (per i residenti a Fanano, Sestola e Montecreto) e Riolunato (per i residenti a Riolunato, Pievepelago e Fiumalbo).

Il progetto “Divenire”  si articola in diversi moduli didattici teorico-pratico (business, progettazione, testimonianze) che intendono fare acquisire ai ragazzi un’esperienza concreta per affrontare con maggiore consapevolezza le scelte professionali, anche attraverso incontri con imprese e start up e stage aziendali.

Tra gli obiettivi attesi figura anche la presentazione, al termine del percorso, di un progetto concreto di valorizzazione del territorio.

Per far conoscere le opportunità dell’iniziativa sono previsti una serie di incontri di presentazione del progetto, aperti ai giovani dalle 18.30 alle 20.30: mercoledì 4 ottobre a Pavullo presso “Open”, via Mario Ricci 13; venerdì 6 ottobre a Riolunato al teatro di via Castello 8; sabato 7 ottobre a Fanano al Bar Italia in via Roma 3. Sarà un’occasione anche per conoscere gli operatori, i partner del progetto e i dettagli organizzativi del percorso.