Ultimo aggiornamento:  10 maggio 2016 10:51

FRANCESCO LEONARDI, Acetaia Leonardi – Magreta Formigine

“Abbiamo incontrato importatori conosciuti, mentre altri, con nostro piacere si sono fatti avanti – racconta Francesco Leonardi – Certo che il Vinitaly resta una fiera del vino. Volendo, anche in contraddizione con l’aceto; a maggior ragione se consideriamo la posizione che occupavamo all’interno del padiglione dell’Emilia Romagna di fronte alla postazione del consorzio del Lambrusco. Mal il bello forse sta proprio in questo, due prodotti o meglio due eccellenze di un territorio, diverse ma legate fra loro… Un territorio che se vuol continuare a guadagnar posizioni di mercato in Europa e nel mondo, deve far capire l’indissolubilità di questo legame, rafforzato anche dagli altri quali il parmigiano reggiano, il prosciutto di Modena dop, etc.” Ragionamento che precede quello più generale dell’andamento aziendale: “Prosegue nell’essere positivo, merito dell’ incessante connubio tra ricerca e innovazione, fondamentale anche per un prodotto della tradizione come l’aceto balsamico e la scelta di esplorare nuovi mercati. E nonostante le difficoltà, continuano ad essere anni di crescita per la nostra azienda”, dice.