Ultimo aggiornamento:  10 maggio 2016 10:40

GIANPAOLO ISABELLA, Podere il Saliceto – Campogalliano

“Dopo un’annata già da ricordare per le qualità che è riuscito ad esprimere il lambrusco, anche un Vinitaly da ricordare – dichiara Gianpaolo Isabella – In primo luogo, per il ritorno di diversi importatori dei quali mancava il riscontro da diverso tempo; per i nuovi rapporti stretti, molto interessanti, sia in ambito nazionale che estero – Podere il Saliceto esporta già il 35% della sua produzione – Dai quali sono emersi gli australiani: un mercato su cui iniziamo ad affacciarci e molto interessato alle diverse vinificazioni prodotte di lambrusco”. Anche Gianpaolo in tema di innovazione, leitmotiv della fiera veronese 2016, non manca di riflettere su export ed acquisti on line: “Quanto potrebbe effettivamente valere l’e-commerce per i piccoli produttori adesso? Difficile rispondere per chi esporta quantità di vino limitate a pochi cartoni. Forse lo diventerà tra qualche anno. Quel che è certo però che servono regole, per non sminuire e deprezzare la qualità prodotta”.