Ultimo aggiornamento:  6 luglio 2017 10:37

La VALIGIA è PRONTA?

Siete in partenza? Avete già prenotato voli e hotel? Che siano una o due  settimane o tanti weekend all’insegna del relax o del divertimento uno dei punti cruciali dei viaggi è sempre la preparazione della valigia.

Farci stare dentro tutto è sempre un’impresa. Spesso abbiamo bisogno di portare dietro molti vestiti, ma il nostro trolley non riesce a contenerli perché li buttiamo dentro a caso. Ultimamente si vedono in rete video tutorial sempre più ingegnosi per piegare gli indumenti che neanche un campione di “Tetris” saprebbe fare di meglio. I vestiti, infatti, vengono fatti contenere uno dentro l’altro e piegati in modo da fare un mega pacco. Man non è sempre così facile. Non tutti girano con t-shirt, jeans e calzini. C’è anche chi si porta dietro vestiti da sera e scarpe col tacco.

Quindi che fare?

Prima di tutto, preparate una lista di cose da non dimenticare. Lo potete fare anche online, con l’aiuto dell’App “maggiordomo virtuale” Universal Packing List . Prima di scegliere quali indumenti inserire è bene dare un’occhiata al meteo della destinazione per avere un’idea delle temperature locali (anche di notte).

Scegliete la valigia più adatta al tipo di viaggio, tenendo conto dei mezzi di trasporto che utilizzerete e delle caratteristiche del luogo. Un trolley è perfetto per spostarsi senza fatica in aereo e in città, ma se il vostro viaggio prevede di stare via molti giorni e magari cambiare anche località è meglio la maxi bag formato famiglia.

Considerando di indossare due look per ogni giorno di vacanza (by day e by night), cercate di raggiungere il traguardo con il minor numero di capi al giorno, puntando sull’interscambiabilità e su indumenti furbi: un abitino sostituisce pantaloni + top in metà spazio.

Anche se state partendo per i Tropici, non dimenticate mai un golf, una giacca impermeabile, un paio di scarpe chiuse, calze e kit per il pronto soccorso da viaggio (comprensivo di repellenti per insetti), un detersivo per il bucato in formato mignon, un adattatore universale per la corrente qualche busta di plastica e qualche penna.

Tasto dolente per ogni donna, al momento di riempirlo sembra che l’intero contenuto del bagno sia diventato indispensabile. Crema solari e un buon doposole (che funge anche da crema per viso e corpo), non possono mancare. Di tutta la trousse del make up è meglio selezionare solo le cose che davvero utilizzeremo e magari mettere due matite per gli occhi, mascara, fondotinta e blush in una piccola busta che si può infilare in un qualsiasi angolo della valigia

Il momento più bello: quando l’intera lista è stata spuntata e il suo contenuto si trova a portata di mano (o sparso sul letto), è il momento di riempire. Cominciate dal fondo inserendo le scarpe, riposte in sacchetti di plastica per proteggere i vestiti, non prima di averle riempite con piccoli oggetti come cinture, sacchetti portagioie o caricatori per elettrodomestici, per non sprecare centimetri preziosi. Parola d’ordine: incastro, in modo da non lasciare spazi liberi. La biancheria intima è un ottimo riempitivo, ma attenzione ai capi più delicati in seta o pizzo: l’ideale sarebbe proteggerli con un sacchetto di tela.

Per favorire le eventuali operazioni di sicurezza (ed evitare che vi devastino il bagaglio), creme e cosmetici vanno inseriti per ultimi, in posizione ben evidente, nelle apposite buste trasparenti. A valigia finita, prima di chiuderla, è bene posizionare sopra i vestiti un foglietto con il proprio nome, indirizzo e recapito telefonico, ben leggibile: sarà l’ultima ancora di salvezza in caso di smarrimento dell’etichetta esterna.

Giulia Guandalini