Ultimo aggiornamento:  5 maggio 2017 3:49

L’angolo del BOOK CLUB

“Un bel libro è un libro che dispiace aver finito”, diceva qualcuno e per non lasciarvi senza materiale torna l’amato Book Club di Vénus. Cinque titoli nuovi e meno recenti che vi consigliamo per questa bella stagione. Non c’è nulla di meglio che mettersi all’aria aperta e sfruttare i primi raggi si sole per divorare una nuova avventura tra le pagine di un libro!

I TITOLI CONSIGLIATI

LA VERITÀ SUL CASO HARRY QUEBERT
di JOËL DICKER
New York, 2008. Il giovane scrittore di successo Marcus Goldman sta vivendo un periodo di crisi a causa del blocco dello scrittore. Contatta allora il suo vecchio professore e maestro di vita, il famoso scrittore Harry Quebert, in cerca di un consiglio. Questi lo invita a passare un periodo nella sua tranquilla casa nel New Hampshire, per ritrovare la concentrazione e la calma. Marcus accetta con entusiasmo ma qualcosa d’imprevisto sconvolge la vita d’entrambi: Harry viene infatti accusato d’aver ucciso, nel 1975, la giovane Nola Kellergan, il cui cadavere viene accidentalmente rinvenuto nel giardino della villa dello scrittore.

 

 

NORWEGIAN WOOD  

di  HARUKI MURAKAMI
Il romanzo è un lungo flashback, narrato in prima persona dal protagonista Watanabe TÙru. Su un aereo atterrato ad Amburgo, al suono di Norwegian Wood dei Beatles, Watanabe ricorda con precisione un fatto avvenuto diciassette anni prima e che ha segnato la sua giovinezza: l’incontro con Naoko, la fidanzata di Kizuki, il suo unico amico, morto suicida pochi mesi prima.

 

MAGARI DOMANI RESTO 
di LORENZO MARONE 
Luce, una trentenne napoletana, vive nei Quartieri Spagnoli ed è una giovane avvocatessa onesta, combattiva, abituata a prendere a schiaffi la vita. Il padre ha abbandonato lei, la madre e un fratello, che poi ha deciso a sua volta di andarsene di casa e vivere al Nord. Così Luce è rimasta bloccata nella sua realtà abitata da una madre bigotta e infelice, da un amore per un bastardo Peter Pan e da un capo viscido e ambiguo. Un giorno a Luce viene assegnata una causa per l’affidamento di un minore, e qualcosa inizia a cambiare. Risolverà il dubbio: andarsene, come hanno fatto il padre, il fratello e chiunque abbia seguito il vento che gli diceva di fuggire, o magari restare?

 

QUALCOSA
di CHIARA GAMBERALE 
Una fiaba che si rivela, come nei secoli scorsi, il veicolo migliore per parlare, seppur con levità, di temi importanti: il benessere, il desiderio, il possesso ma anche i forti sentimenti e gli eventi come la paura e la morte. È la storia di una bimba speciale il cui nome la dice lunga su di lei e sulla vicenda intera. Si tratta della principessa Qualcosa di Troppo;  fin da piccina, mangia troppo, piange troppo, dorme troppo e vuole troppo. Eppure, con tutto ciò che ha, dovrebbe esser contenta. Vuole parlare, essere ascoltata, mangiare, giocare e mille altre cose ancora. Il risultato qual è? I coetanei la evitano e lei cattura l’attenzione degli altri solo perché è la principessa. Ma la vita e il destino, ahimè, non guardano il titolo nobiliare.

 

PURITY

di JONATHAN FRANZEN 
La giovane Purity Tyler, detta Pip, non conosce la sua vera identità. Sua madre non vuole rivelarle chi è suo padre, l’uomo dal quale è fuggita prima che Pip nascesse. Pip ha un debito studentesco da ripagare e vive in una casa occupata a Oakland, frequentata da un gruppo di anarchici. Ed è proprio lì che incontra Andreas Wolf, un rivale di Julian Assange. Pip parte per la Bolivia, con la speranza di poter usare la tecnologia degli hacker per svelare il segreto dell’identità di suo padre. Ma l’incontro con Andreas Wolf si rivela sconvolgente.