Ultimo aggiornamento:  7 novembre 2017 6:01

Le nuove vie del Numero Aureo

La moda del presente rinata dal passato

Sulla bellezza ne sono state dette di tutti i colori. Il dibattito, sempre in corso, riguardo a canoni e oggettività/soggettività per definire qualcosa come “bello” diventa, anno dopo anno, sempre più acceso.

Quest’argomento, che potrebbe sembrare superficiale, pone invece le proprie radici in ragionamenti antichi, se non addirittura in veri e propri calcoli matematici.

Il rapporto aureo è infatti assai utilizzato nelle nuove professioni quali web design, ma anche nella disposizione delle foglie nelle piante! L’incredibile influenza del numero aureo all’interno della moda si nota grazie anche all’ispirazione che ne deriva continuamente: pensiamo ad esempio ai pattern che, utilizzando forme geometriche ripetute, sono diventati protagonisti assoluti di stampe e motivi per sarte.

Molti fashion designer, ultimamente, hanno infatti una formazione di tipo matematico alle spalle, proprio per il diretto rapporto esistente tra questi mondi apparentemente distanti.

Si pensi ad esempio all’alta moda parigina, che durante gli anni scorsi, ha portato avanti intere collezioni basate interamente sull’utilizzo di un’estetica rinnovata fondata su linee rette e curve.

Nell’ultima collezione, gli stilisti di Piquadro, si sono avvalsi dell’algebra dei frattali per creare borse scomponibili, ma di colori differenti.

 

Le applicazioni del numero aureo

  1. Poche cose al mondo sono sopravvissute nel tempo come ha fatto questo rapporto, espresso nel numero aureo = 1,6180339887…Non molti lo sanno, ma tale cifra ci circonda tutt’oggi e in ogni ambito della quotidianità.
  2. Già in molte sculture delle Grecia classica si parlava di rapporto “aureo”, ovvero di quell’ideale di armonia assoluta rintracciabile in alcune statue (es. Doriforo di Policleto, Bronzi di Riace).

Tale concetto si è poi esteso anche in pittura (Madonna di Ognissanti, Giotto), per poi trovare massima espressione grazie a Leonardo Da Vinci che applicò pienamente tale rapporto nell’uomo di Vitruvio, ma anche nella Gioconda e nel Giudizio Universale.

  1. Il percorso sempre in ascesa del rapporto aureo si è esteso nel tempo fino a “contagiare” la costruzione dei violini (Stradivari) e le composizioni musicali (di Bach, Mozart e Beethoveen).
  2. Il numero aureo sembra aver stabilito una sorta di oggettività, ma anche aver suggerito nuove forme di libera espressione. È bello vedere la moda sotto un altro punto di vista: ovvero qualcosa che esiste fin dagli albori dell’umanità e che ci accompagna nella vita di tutti i giorni non soltanto come qualcosa da seguire, ma anche con un diretto collegamento filosofico-culturale!

Dafne D’Angelo