Ultimo aggiornamento:  10 maggio 2016 11:25

Luca Amidei, IRTEC Irrigazione – Castelvetro

“Resto dubbioso che sia l’anno questo in cui si tornerà ad investire in modo corposo nel settore agricolo – esordisce Luca Amidei di Irtec, precisando che forse in alcuni ambiti rispetto ad altri, potrebbe esserlo – Per la ragione che il costo dei prodotti coltivati all’origine resta ancora molto basso sui mercati, la liquidità non è tanta e che le aziende sono ancora troppo vincolate a PSR e forme di contribuzione locale.” Amidei in riferimento al 2015, parla poi di un anno abbastanza difficile per tutto il comparto irrigazione: “La grande siccità che ha colpito molti Paesi si è riflessa in una calo generale di circa il 20% nel settore. Calo che per noi ad esempio, pur tenendo, è costato alla fine un qualche punto percentuale. Un conto salato nel complesso, in ragione del fatto che si proveniva da un paio di annate, le precedenti, se non altro positive e soddisfacenti. Siamo stati costretti a rincorrere il 2014, in pratica. Quanto al 2016, senza sbilanciarmi troppo, mi sento di dire che già dopo un mese i ‘movimenti’ di mercato mi paiono migliori. Anche in fiera l’interesse non è mancato verso i macchinari, anzi. D’altronde quello passato è stato un anno decisamente statico per gli affari e il dinamismo manifestatosi fino ad ora non passa di certo inosservato. Resta da vedere se inizierà a concretizzarsi”.