Ultimo aggiornamento:  4 maggio 2017 9:44

MACA PERUVIANA

Energia vitale, salute, resistenza e forza

Per gli Inca un “dono degli Dei”
La pianta della Maca appartiene alla famiglia delle Brassicaceae e il suo nome botanico è Lepidium Meyenii. Una nota curiosa che la dice lunga sulla ricchezza di questo alimento è che questa pianta impoverisce il terreno dove viene coltivata, al punto da non poterci coltivare altro per diversi anni.
La sua parte più importante e preziosa, impiegata nell’alimentazione, è la radice, il tubero che cresce nel suolo, spesso anche chiamato Ginseng peruviano. Questo tubero ha una  storia molto antica e affascinante: le sue straordinarie virtù nutrizionali e medicamentose erano note già in età precolombiana agli Inca, che la consideravano un dono degli dei.  Offrivano una carica di energia tale che veniva riservata ai guerrieri e sacerdoti.

Le molte proprietà
La Maca è un alimento completo: ricca di aminoacidi essenziali (circa il 10%), sali minerali e vitamine, acidi grassi, carboidrati, proteine (10%) e fibre. Per questo motivo può essere definita “ricostituente” ed è largamente utilizzata da soggetti che necessitano di un supporto energetico supplementare sia a livello fisico che mentale ed anche a coloro che desiderano sviluppare la massa magra. Infatti proprio la presenza degli aminoacidi conferisce a questo “superfood” proprietà anabolizzanti, rendendolo un ottimo supplemento alimentare nelle attività ad alto consumo energetico e un coadiuvante dell’aumento della massa muscolare negli sportivi. Al contrario di molte piante energizzanti la Maca, però, non contiene stimolanti nocivi. Pur essendo però priva di caffeina, la radice della Maca ha un effetto simile al caffè, stimolando e riequilibrando il sistema nervoso e coadiuvando fisiologicamente le capacità di concentrazione, la lucidità mentale e la memoria.

Un sostegno nei momenti di crisi
La Maca, grazie alla sua azione tonica ed energizzante, è un naturale aiuto per chi soffre di stanchezza cronica e depressione e per chi svolge attività intellettuale impegnativa. Ha inoltre la capacità di riequilibrare e stabilizzare il sistema cardiovascolare, quello linfatico e la muscolatura. Tecnicamente si dice che è un alimento “adattogeno” in grado di fornire più energia al corpo quando è necessario, rendendosi un alleato prezioso per migliorare l’adattabilità del corpo a situazioni di stress.

Per favorire la fertilità e come afrodisiaco
Quanto alle decantate proprietà a favore della fertilità maschile e femminile e a quelle afrodisiache, diversi studi hanno confermato entrambe le azioni sia a livello di miglioramento di produzione di spermatozoi e della loro mobilità, sia come incremento della fertilità nelle donne, oltre ad un aumento del desiderio sessuale: grazie a questa sua capacità di incrementare la libido (senza tuttavia modificare la quantità di testosterone circolante) questo tubero si è guadagnato anche il nome di Viagra peruviano. Inoltre ha una benefica azione per la sindrome pre-mestruali, per i dolori mestruali e per la regolarizzazione del ciclo. La Maca è davvero indicata in ogni fase della vita!

Silvia Rossi