Ultimo aggiornamento:  3 luglio 2017 4:26

Maria Vittoria Severi, moda eclettica con personalità e stile

Tessuti preziosi, tagli particolari e dettagli unici. La moda di Maria Vittoria Severi, stilista modenese che da una decina d’anni ha aperto il suo Atelier che oggi si trova in via Ovest 330 a Modena, è eclettica, è un connubio di stili e ispirazioni e soprattutto è adatta a tutti: dalla ragazzina alla signora matura. E se nel creare le sue collezioni di total look femminile – che sono principalmente tre: autunno-inverno; primavera-estate e un flash per l’estate con abbigliamento da spiaggia e copricostumi – non segue un unico filo conduttore ma cerca di spaziare proponendo capi versatili, abbinabili tra loro e soprattutto portabili, la qualità rimane invece un punto fermo del suo marchio. «Mischio vari generi, sono attenta alle tendenze moda ma le rivisito perché voglio che i miei capi siano unici e che abbiano tanta personalità – spiega la fashion designer -. La ricerca è una parte fondamentale del mio lavoro: sono molto attenta ai materiali e ai tessuti, che sono tutti di altissima qualità».

La produzione è al 100 per cento made in Italy, anzi made in Modena. «La mia è una moda a km 0 perché mi affido a laboratori artigianali e a sarte del nostro territorio – aggiunge -. Ci tengo molto a precisarlo perché è un valore aggiunto importante e una garanzia di qualità».

Nonostante le collezioni disegnate da Maria Vittoria Severi siano esclusive e di fascia alta, il rapporto tra qualità e prezzo è buono. La cliente accolta in Atelier (che riceve solo su appuntamento) può personalizzare i capi, le lunghezze e le applicazioni a seconda delle sue esigenze e del suo gusto. «Le persone che vengono nel mio Atelier ricevono tutte le attenzioni possibili – prosegue – in modo che i capi che scelgono siano fatti su misura per loro e che vestano in modo perfetto, valorizzandole e facendole sentire a proprio agio con quello che indossano. La maggior parte delle donne segue la moda, ma non ama gli eccessi: vuole distinguersi, vestirsi bene e con le cose “giuste” ma senza strafare. E lo condivido».

Essere fashion a tutti i costi non fa per Maria Vittoria, che ammette di guardare ai trend di stagione con un occhio critico. «Non si possono ignorare le tendenze, ma rielaborarle e renderle accessibili a tutte, non soltanto alle ventenni, questo sì. E poi, ripeto, ci vuole personalità. Cerco di distinguermi con dettagli particolari, accostamenti di materiali, sovrapposizioni e tagli nuovi – conclude -. Mi piace sperimentare ogni volta qualcosa di diverso».

 

Il “diciottesimo” sempre più in auge tra le giovani modenesi

La collezione di Maria Vittoria Severi spazia dalle camicie in cotone dal taglio maschile ai vestiti da sposa, dagli abiti da giorno ai pantaloni eleganti per le occasioni speciali. Per quanto riguarda la primavera-estate 2017 le linee guida sono sostanzialmente le stesse delle ultime stagioni calde: pizzo bianco, mood hippie-chic, tessuti batik e pon-pon come dettagli sfiziosi e originali.

Una tendenza che invece sta prendendo sempre più piede nella “Modena bene” è quella del “diciottesimo”, vale a dire i festeggiamenti in grande stile per i 18 anni. «È una moda che arriva dagli Stati Uniti, so che ci sono anche dei reality show sul tema, ma sta spopolando anche qui da noi – spiega Maria Vittoria Severi -. Sono sempre di più le ragazzine che vengono in Atelier con le foto delle loro dive preferite che sfilano sui red carpet e mi chiedono di creare abiti simili da indossare in occasione dei party dei loro 18 anni. Sono vestiti elegantissimi, sfarzosi e molto elaborati. Vogliono sentirsi delle star anche se soltanto per una sera e io cerco di realizzare il loro sogno».

Claudia Rosini