Ultimo aggiornamento:  3 ottobre 2016 8:58

Marmomacc 2016: 11 le aziende modenesi, il gruppo maggiore dall’Emilia Romagna

Più espositori, internazionalità, occasioni di business e nuovi eventi dedicati alla cultura del prodotto lapideo. È all’insegna della crescita, la 51ª edizione di Marmomacc, il più importante salone a livello mondiale per il settore di marmi, graniti, tecnologie di lavorazione, design e formazione in programma alla Fiera di Verona dal 28 settembre all’1 ottobre 2016. Un evento a cui non mancheranno le aziende modenesi, che seppur di nicchia si tratta, dato il settore, saranno presenti in 11: oltre 1/3 dell’intera ‘delegazione’ emiliano romagnola (i più numerosi in regione a partecipare).

Numeri in aumento e novità. Ad iniziare dallo sviluppo delle aree espositive che superano i 78mila metri quadrati, Marmomacc rappresenta l’appuntamento internazionale di riferimento per gli operatori della filiera della pietra naturale un mercato che ha un giro d’affari mondiale che supera i 23 miliardi di euro e che vede da sempre ai primi posti l’Italia, con 3,2 miliardi di esportazioni nel 2015. Primi posti in cui si collocano anche le realtà imprenditoriali di casa nostra: dal punto di vista del businnes il settore, nell’anno appena trascorso non ha mancato di sorridere con preziosi segnali di crescita. E nella passata edizione il leit motiv era “Non ci arrendiamo nella ricerca di nuovi sbocchi”

L’edizione 2016 parte dal successo di quella passata che ha registrato 1.524 espositori, dei quali 936 esteri da 55 nazioni, e 67mila operatori specializzati, il 3% in più rispetto al 2014, con buyer stranieri arrivati da 150 Paesi. Per quest’anno è previsto l’arrivo di selezionate delegazioni commerciali, protagoniste di incontri b2b, momenti di formazione tecnica e visite alle aziende del territorio.

Filippo Pederzini