Ultimo aggiornamento:  23 ottobre 2016 6:33

SCRAMBLER, CHE PASSIONE

Stabili ma allo stesso tempo maneggevoli, potenti e tecnologicamente avanzate. Sono le scrambler, un tipo di moto che sta spopolando tra gli appassionati delle due ruote. Caratterizzate da grossi pneumatici per la tenuta a terra e da uno stile grintoso, le scrambler sono la sintesi perfetta tra tradizione e modernità. I nuovi motori, che ottimizzano il rapporto tra coppia e potenza, rappresentano uno dei principali punti su cui le grandi case motociclistiche hanno focalizzato le proprie energie di sviluppo per gli scrambler del 2016. Il termine “scrambler” deriva dal verbo inglese “to scramble” che significa mischiare. Così erano chiamate, in alcuni territori di provincia statunitensi della fine anni cinquanta, le motociclette stradali cui venivano applicati manubri, pneumatici e rapporti da fuoristrada, al fine di percorrere agevolmente le lunghe strade sterrate che collegavano i “ranch” alle vie di comunicazione pubbliche. Arrivato in Europa, il termine fu utilizzato soprattutto dalle case italiane e inglesi che, a partire dagli anni sessanta, sfornarono un cospicuo numero di modelli “scrambler”. In Italia, molte delle più importanti case costruttrici avevano in listino un modello turistico trasformato “scrambler”, come Ducati, Moto Guzzi, Laverda, Moto Morini, MV Agusta o Gilera. Inizialmente, modelli appositamente concepiti per cercare uno sbocco commerciale sul mercato americano che ebbero grande successo su quello nazionale. Oggi il ritorno di fiamma, con modelli che riproducono le caratteristiche delle scrambler di una volta, coniugate alle tecnologie moderne, per offrire un’esperienza di guida perfetta. Sempre dal dopoguerra tornano alla ribalta le bobber, un altro modello affini ai chopper in quanto entrambi rappresentano un approccio minimalista al mezzo che viene spogliato di tutto ciò che non è indispensabile. Ciò include l’adozione del caratteristico telaio rigido e il parafango posteriore accorciato, chiamato bobbed. La principale differenza tra chopper e bobber è che i bobber vengono costruiti mantenendo il telaio originale, che invece nel caso dei chopper viene spesso pesantemente modificato, tagliato e risaldato. I bobber inoltre hanno uno stile molto spartano, privo della maggior parte delle caratteristiche estetiche del chopper come parti cromate e forcella allungata. Altre caratteristiche che distinguono spesso i bobber sono gli pneumatici dalle spalle alte, sella monoposto e collettori bendati. Il tutto finalizzato a ricreare un look vintage tipico del secondo dopoguerra.

TRIUMPH SCRAMBLER 865 :
peso 214 kg
cilindrata 865 cc
cv/kw 58.46/43
prezzo: euro 10.190
si trova: TRIUMPH PARMA – Via Montechiarugolo 7 – Pilastrello (Pr)

MOTO GUZZI V7
classico bicilindrico 744 cm3 da 48 cv
cambio 6 marcie
abs e controllo trazione di serie
peso 186 kg
prezzo: euro 10.550 euro tiratura limitata 1000 pezzi
si trova:  MOTO EMPORIO – Via Francia n 13 – Modena

BMW R NINE T SCRAMBLER 2016
classico motore boxer 1200 cc
bicilindrico in linea a 4 tempi
potenza 81 kw (110 cv )
peso 220 kg
sistema ABS e ASC di serie
prezzo: euro 13.000 circa
si trova:  BMW MOTORRAD – Via dell’Unione Europea 1 – San Donato Milanese (Mi)

DUCATI SCRAMBLER SIXTY 2 (2016)
cilindrata 399 cc
potenza 41 cv
peso 167 kg
abs
prezzo: da euro 7.690
si trova: CONCESSIONARIO DUCATI MODENA – Via di Capua 13/a – Modena

Giulio Piacentile