Ultimo aggiornamento:  22 novembre 2017 4:23

Scrivi Logel, leggi “futuro”

L’azienda di Castelnuovo Rangone ha superato la crisi, investendo e oggi punta sui giovani 

Reggere all’urto della crisi, toccare quasi il fondo e poi risalire. “Hanno fatto gioco i nuovi investimenti ed un attento e mirato sviluppo commerciale basato anzitutto sulla qualità del prodotto: dalla progettazione al post vendita. Ora abbiamo ripreso a crescere e stiamo assumendo giovani.” Eccolo un altro esempio d’impresa che non solo non si è arresa, ma che al pari di altre contribuisce alla crescita di un territorio, modenese ed emiliano romagnolo, giorno dopo giorno. Questa è la LOGEL di Castelnuovo Rangone, con quasi 40 anni di storia alle spalle ed un caposaldo nella progettazione, realizzazione, istallazione, vendita e assistenza di apparati elettrici-elettronici per l’automazione dei progetti industriali.

C’era una volta… e oggi! È il 1979, quando l’azienda – sono in due a fondarla – muove i suoi primi passi a Castelnuovo Rangone, nell’ambito dello sviluppo e produzione di schede elettroniche ed apparati elettromeccanici. Settore oggi che è rimasto lo stesso di allora con un’attenzione particolare alle soluzioni d’avanguardia. Dei due soci iniziali ne è rimasto uno, Lolli Renato, mentre i dipendenti sono 34. Non è tutto però. La partecipazione di LOGEL, nella società REM software & automation, consente di sommare ai precedenti altre 18 persone tra tecnici ed ingegneri specializzati in software per l’automazione industriale elettronica ed elettromeccanica. Ambito di cui si occupa l’azienda appunto. “Cosa significa? – spiega Luca Lolli, sales department LOGEL – Affianchiamo i clienti in tutte le fasi, dalla progettazione all’avviamento finale che sia esso in Italia, Europa o nel Mondo. Un percorso personalizzato che copre tutte le fasi di lavorazione, realizzazione schede dedicate, quadri elettrici, bordi macchina e software. Non abbiamo settori particolari di riferimento; cerchiamo di applicare le nostre conoscenze ad ogni tipo di necessità mostrata dal cliente, indipendentemente dal settore in cui opera”.

Il mercato? Parte da ricerca e formazione. Chi si rivolge a LOGEL, cerca più di un semplice partner. Cerca una struttura in grado di far fronte alle dinamiche ed ai rapidi cambiamenti che caratterizzano oggi del mercato. “Per questa ragione – prosegue Luca Lolli – crediamo molto nella formazione del personale ed organizziamo internamente o presso strutture adeguate corsi dedicati ed unici per i nostri tecnici. Ricerca, sviluppo e formazione del personale sono aspetti di fondamentale importanza su quali investiamo da anni. E lo sviluppo commerciale avuto negli ultimi anni che ha permesso di incrementare il numero dei nostri clienti, ne è una diretta conseguenza. Dal punto di vista del mercato cerchiamo di servire capillarmente il territorio modenese dato il grosso bacino di automazione già presente in esso. I nostri clienti solitamente sono costruttori di macchine del territorio, oltre a bassa Lombardia, basso Veneto fino alla Romagna. Per quanto riguarda l’estero, nel triennio che ci siamo lasciati alle spalle, abbiamo puntato molto sugli USA, col risultato di un progetto di Certificazione ‘UL508A’, conclusosi nel 2016 che ora ci consente di certificare e progettare quadri elettrici esclusivi per il mercato Nord Americano”.

La reazione alla crisi. Non solo si è sentita, ma è stata molto dura, ricorda Lolli. “L’anno peggiore? Il 2013. Ma, con lo sforzo e l’impegno di tutti, gli investimenti, volti a cercare e creare nuove opportunità di crescita, puntando su nuovi software ed un attento sviluppo commerciale, la reazione alla crisi c’è stata. Col risultato di una crescita significativa negli ultimi due anni. Questo ci sta permettendo di assumere dei giovani e di pianificare il futuro aziendale. Inoltre il basso turnover ha ci ha permesso fino ad ora di avere internamente persone molto qualificate: un elevato bacino di conoscenze, da trasmettere al passo con i cambiamenti in corso”.

Il 2017. Un anno già entrato nella sua seconda parte, impegnativo ma foriero di parecchie soddisfazioni. “Il lavoro non è mancato e il nostro staff è stato perfettamente all’altezza. Quest’anno inoltre, abbiamo provveduto all’acquisto di una macchina apposita per la lavorazione dei cavi, oltre ad aver inserito due nuovi giovani addetti freschi di diploma in produzione. Siamo pronti anche per misurarci con nuove sfide tra cui l’Industria 4.0. Se ne fa ancora un gran parlare, e le idee a riguardo, risultano poco chiare. Con la REM, l’altra azienda, però abbiamo studiato degli applicativi che permettano l’elaborazione dei dati necessari per il controllo di processo richiesto. E i risultati al momento ci sono. Vedremo – chiosa Lolli – ma siamo determinati ad andare avanti”.

 

LOGEL E REM

Logel srl nasce nel 1979 come laboratorio elettronico. Nel corso degli anni è cresciuta inserendosi nel settore elettromeccanico e diventando partner di importanti aziende, ognuna leader nel proprio settore. Eticità nel lavoro e qualità del prodotto sono due pilastri fondamentali di questa realtà imprenditoriali, mai persi di vista. Il 2002 è l’anno in cui ottiene la certificazione aziendale ISO 9001.2000 tüv. L’anno dopo, insieme ad altri soci vara la nascita di REM software & automation, una società di informatica per la realizzazione di software per plc e pc nel settore sempre dell’automazione dei processi industriali. La ricerca continua di nuovi prodotti da immettere sul mercato, il dinamismo e una particolare attenzione agli aspetti organizzativi ne incrementano la competitività nel settore delle automazioni elettriche ed elettroniche, riuscendo a fornire al cliente risposte esaurienti in tema di di hardware e software elettronico, hardware e software elettrico, o di installazione e manutenzione.

Filippo Pederzini