Ultimo aggiornamento:  22 novembre 2017 4:27

Un’Erma “impressa” da 70 Anni

Solida realtà a livello internazionale operativa nel settore della ricambistica per il movimento terra industriale ed agricolo, ‘orgogliosamente’ a conduzione famigliare

Erano il futuro ieri. Lo sono oggi e di sicuro lo saranno anche domani. Perché le aziende a conduzione famigliare sono così: chi passa il testimone, non trasmette solo il lavoro, la specialità. Trasmette la passione. Quella stessa che trasuda da ERMA – storica azienda modenese della famiglia Martini ancora proprietaria del gruppo odierno ERMA RTMO – operativa da oltre 70 anni nel settore ricambistica ed aftermarket del movimento terra, industriale ed agricolo, e dalle parole di Claudio Martini, giovane imprenditore al timone della nota realtà imprenditoriale. “ERMA – racconta – nasce a Modena nel 1943 per costruire i pezzi di ricambio per macchinari agricoli e da movimento terra per tutte le esigenze del difficile periodo durante la seconda guerra mondiale. Per ovvi motivi era molto complicato trovare le risorse per riparare i macchinari e l’incredibile ingegno di Pio Martini diede vita a una struttura che costruiva ricambi e tutto ciò che serviva per trovare la giusta soluzione e far ripartire il lavoro a chiunque ne avesse bisogno. L’azienda è così cresciuta costantemente diventando un punto di riferimento nel settore, sia a livello nazionale che mondiale per la grande flessibilità che da sempre l’ha caratterizzato nel soddisfare le molteplici esigenze della clientela e per il livello qualitativo superiore garantito dal “Made in Modena”. La prima grande svolta avviene negli anni 70 del secolo scorso, quando diventa principale partner del marchio italiano BERCO e si consolida come leader mondiale nella produzione e distribuzione di componentistica sottocarro. Divenendo, col proprio nome, sinonimo indissolubile di qualità “Made in Italy”, e rafforzando in tutto il mondo la posizione di Modena come una delle capitali indiscusse della meccanica. Un valore di prim’ordine ancora oggi, oltre che importante biglietto da visita in qualsiasi Paese. La seconda grande svolta dell’azienda accade invece tra il 1991 e il 2000, quando l’ azienda completa diverse acquisizioni modenesi del settore, consolidando sempre più la propria posizione sul mercato e diventando inoltre partner di un altro importantissimo nome: BRIDGESTONE. Questa nuova partnership permette a ERMA di entrare dalla porta principale nel settore specifico della cingolatura in gomma mantenendo i propri eccellenti standard qualitativi e acquisendo una nuova importantissima fetta di mercato.” Al culmine della sua storia, ERMA è passata dall’ essere una piccola azienda familiare ad avere oltre 80 dipendenti con filiali di rappresentanza all’estero. Oggi, le principali attività sono gestite dalla sede centrale di Modena dove operano una cinquantina di lavoratori.

Il lavoro ed il rapporto con partner e clienti “Il nostro lavoro consiste nel supportare la nostra clientela in tutte le sue necessità. In termini di ricambi, soluzioni ai problemi, idee e pure nella realizzazione di progetti su obiettivi anche di medio/lungo periodo. ERMA opera a livello nazionale e globale, con una eterogeneità di clientela che va dall’azienda agricola, al piccolo imprenditore edile, fino a grandi realtà multinazionali. Solo grazie ad apertura mentale e flessibilità, ascolto ed attenzione al mercato, puoi permetterti di esaudire in modo ottimale le esigenze di una gamma di clientela e partner così varia. Oltre al valore aggiunto di operare su più settori merceologici contemporaneamente: contributo importante allo sviluppo di uno ‘spirito dinamico’. La molteplicità di regole, valori, diversità di fattori coinvolti in ogni singolo ordine predispone il nostro staff ad un approccio professionalmente preparato nello specifico, ma anche in grado di diversificare l’attenzione per garantire il massimo del servizio in ogni momento. Clienti e partner sanno bene che ERMA, è sempre in grado di trovare la giusta soluzione alle loro esigenze, garantendo tempi ottimali e controllo dei costi, uniti ad una affidabilità certificata sulla qualità del prodotto. Purtroppo la concorrenza è serrata, ma l’attenzione e l’ascolto della clientela, le sue osservazioni, i suoi feedback, i commenti e pareri ci hanno permesso di consolidare i rapporti storici e di acquisirne dei nuovi. Ed anche il servizio post vendita curato nei minimi dettaglia ha fatto la sua parte.”

Ricerca, sviluppo e formazione del personale “Parliamo di tre capisaldi, di ciò da cui sorgono innovazione e soluzioni. A partire dalla ricerca del personale, l’esigenza dell’azienda di migliorare costantemente tutti i reparti, crea la necessità di cercare le migliori capacità con cui lavorare anche per il futuro. Ogni nuova figura è selezionata unendo le migliori capacità professionali specifiche richieste, alle doti personali e caratteriali necessarie a un lavoro constante di team, base della nostra crescita. La formazione segue di conseguenza come investimento utile per costruire il gruppo leader su obiettivi di stabilità e affidabilità nel medio/lungo periodo. Recentemente ERMA ha intrapreso un percorso di collaborazione con l’UniMoRE, proponendo periodi di tirocinio in azienda per laureandi alla prima esperienza lavorativa. Un tipo di collaborazione, positiva già foriera di risultati positivi e che verrà mantenuta. Sono emersi nuovi punti di vista freschi ed imparziali, capaci di generare spunti utili ed interessanti su cui lavorare al meglio.”

Un mercato che parla tutte le lingue del mondo “È un dato di fatto in primo luogo ad emergere: negli ultimi tempi molta nostra clientela europea, stanca di comprare scarsa qualità, ha capito che risparmiare pochi euro non vuol dire realmente ‘risparmiare’, dovendo fronteggiare i problemi del post-vendita generati da garanzie, contestazioni, scontento, perdita di immagine, etc. Ciò ha creato una onda di ritorno grazie al fatto che ERMA è sempre rimasta fedele alla propria natura di affidabilità e qualità costruita in tantii anni di duro lavoro. Al momento circa il 30% del nostro fatturato è sul mercato nazionale, un altro 20% su quello europeo, questi due volumi, oltre al fattore appena citato, hanno dovuto anche fronteggiare una crisi di disponibilità finanziaria dovuta alla situazione congiunturale del sistema bancario europeo che di fatto ha stallato diversi paesi frenando investimenti, infrastrutture, solvibilità, etc. ERMA si è riorganizzata per adattarsi alla situazione investendo su taglie di macchinari differenti e operanti sul mercato, ottimizzando le proprie risorse a magazzino, creando gli strumenti finanziari necessari per continuare a sostenere la clientela tutelando tutte lo forze coinvolte, riorganizzando la struttura e l’officina interna donandole una flessibilità ancora superiore in grado di preservare la ricerca della migliore alternativa per il mercato. Per quanto riguarda i mercati extra-europei, possiamo dire con orgoglio che ERMA è presente in quasi tutti i paesi dei cinque continenti. Recentemente abbiamo siglato importanti accordi di fornitura e collaborazione con alcune aziende multinazionali leader mondiali nella estrazione delle principali commodities in 4 continenti.”

La reazione agli anni di bui “La crisi ha colpito il nostro settore decisamente negli ultimi anni. Ed ERMA ne ha risentito come la maggior parte delle PMI italiane lasciandoci. dal 2010, causa il costante ribasso fisiologico, un’importante fetta del fatturato. Alcuni nostri concorrenti hanno reagito buttandosi a capofitto su settori differenti, diversificando totalmente il proprio lavoro vendendo attrezzi, materiale per edilizia, cantieristica, oppure aggiungendo nuovi marchi in gamma. ERMA ha preferito lavorare su sé stessa senza snaturare la propria indole e/o cercando avventure dove sarebbe stato difficile affermarsi in tempi molto brevi. La diversificazione che si è perseguita ha riguardato i clienti, le gamme di macchinari, le famiglie di articoli più moving, la ricerca di ricambi dalle performances sempre migliori. Ma sempre restando nell’ambito per cui siamo conosciuti. E nonostante siano stati anni difficili la piattaforma su cui abbiamo ora impostato il futuro è molto più snella, dinamica, performante e preparata. Nel 2016 si son resi operativi importanti cambiamenti interni e i risultati positivi hanno iniziato a mostrarsi con decisione già nel primo semestre 2017. Inoltre el corso degli ultimi 18 mesi ci son state anche diverse nuove assunzioni a forte caratteristica tecnica specializzata in differenti reparti.”

Le prospettive a breve “Come affermato, il primo semestre 2017 ha mostrato i frutti di tutte le importanti attività di rinnovamento compiute con immensi sforzi e sacrifici da parte sia della proprietà che della forza lavoro. I segnali positivi ora percepiti stanno dando seguito alle scelte operate e alla strada intrapresa in un momento congiunturale difficile, non ancora del resto superato completamente. Scelte che sono andate nella direzione di preservare e valorizzare la qualità offerta, che per nessuna ragione al mondo hanno intaccato la fiducia di clienti e partner e che oggi ci rendono un pizzico orgogliosi di poter affermare che ERMA resta un importante marchio per il ‘Made in Modena’ del nostro settore. I prossimi 4 mesi, da qui alla fine dell’ anno, saranno intensissimi ma certamente forieri di nuove sfide importanti da affrontare e vincere. ERMA ha in previsione di assumere altre nuove figure specializzate e le selezioni partiranno a breve.”

Filippo Pederzini