Ultimo aggiornamento:  4 luglio 2016 10:21

LORENZA BARETTI, Conserve della Nonna di Ravarino

Marchio noto, un’infinità di prodotti, scelta di mantenere la qualità elevata. Conserve della Nonna è uno dei player locali più ricercati al Cibus. “Molto soddisfatti per presenze, clienti e contatti – dichiara Lorenza Baretti – Soprattutto per l’interesse suscitato e mostrato: sia per i tradizionali che le nuove linee di prodotto, biologico, vegetariano e vegano. Il trend all’estero, ma anche sul suolo nazionale al momento è quello e non ci siamo fatti trovare impreparati.” La richiesta di prodotti specifici come conserve e pesto risultano in aumento, specie in Italia nella GDO e sui mercati dei Paesi UE: dove la presenza dell’azienda è ormai consolidata come pure in Cina e Sud America, con Brasile e Cile in testa. “Il 2015 è stato un anno di sostanziale tenuta, mentre abbiamo buone aspettative per il 2016, nonostante l’avvio in frenata. Confidiamo nel secondo semestre. Inoltre contiamo anche di sviluppare le vendite mediante e-commerce. Sono stati allacciati in proposito contatti con Amazon e vogliamo essere presenti su questo canale di vendita, dato che come competitor presenta caratteristiche in particolare di prezzo, molto interessanti.” La chiosa di Baretti è sul Made in Italy: “Massimo l’impegno aziendale a riguardo per cercare di tutelarlo il più possibile. Applichiamo particolari etichette identificative tese ad evidenziare il prodotto italiano, fatto in Italia, con materie prime italiane. Il cliente finale e non solo lui è molto attento a quanto riportato sull’etichetta”.