Ultimo aggiornamento:  10 maggio 2016 11:26

Matteo Pozzi, Marani Irrigazione – Modena

“È un avvio d’anno che si mostra molto dinamico anche per quello che riguarda il settore dell’irrigazione – non ha difficoltà ad ammettere Matteo Pozzi dell’azienda modenese Marani Irrigazione – Si sta riflettendo anche dal buon numero di presenze in fiera, come dall’interesse nei confronti dei nostri prodotti. D’altronde non poteva essere altrimenti data la siccità del 2015 e il calo che ha colpito il nostro comporto e in generale quello dell’agricoltura sia in ambito nazionale che non. Resta ora da superare una il persistere di una situazione di poca liquidità almeno per l’Italia.” Anche l’azienda Marani ormai da tempo è votata all’export: “Almeno il 90% del prodotto è indirizzato verso i Paesi Ue, l’Australia, il centro America e l’America Latina. Mercati che continuano a fare la differenza. Ci lasciamo alle spalle un anno positivo dal punto di vista del fatturato (incrementato), nonostante le forti difficoltà del mercato italiano e di quello francese. Non possiamo però non dirci ottimisti se guardiamo al 2016: le prospettive si profilano rosee, per le ragioni già esposte ed in modo particolare per l’export dove la domanda è in crescita”.