Ultimo aggiornamento:  25 luglio 2017 9:00

Domus Assistenza cresce e investe

Anche nel 2016 il bilancio della cooperativa sociale Domus Assistenza di Modena è stato contrassegnato da un risultato soddisfacente che la conferma protagonista nel mercato provinciale dei servizi alla persona. Il valore della produzione ha sfiorato i 45 milioni di euro (+1,79 per cento rispetto al 2015).
Essendo Domus Assistenza una cooperativa ad alta intensità occupazionale, è cresciuto anche il costo del lavoro, che l’anno scorso ha raggiunto i 32,8 milioni di euro (il 97,3 per cento è servito per retribuire soci della cooperativa). Nel 2016 il numero complessivo delle presenza medie ha superato le 1.536 unità.
«L’area anziani si conferma il “core business” della nostra cooperativa, alla quale apporta oltre la metà del fatturato – afferma il presidente di Domus Assistenza Gaetano De Vinco – Nonostante la ri-pubblicizzazione di alcune gestioni, abbiamo difeso le nostre posizioni di mercato accettando nuove sfide, come la gestione completa di strutture protette o centri diurni/residenziali».
Ne è un esempio la nuova Cra (Casa residenza per anziani) “gen. Carlo Alberto Dalla Chiesa” di Ravarino, che Domus Assistenza costruirà con il sistema della finanza di progetto e gestirà per trent’anni. La prima pietra è stata posata il 4 giugno; la struttura, pronta tra due anni, costerà 7,4 milioni di euro, il 60 per cento dei quali investiti dalla cooperativa.
Da segnalare che quest’anno Domus Assistenza, aderente a Confcooperative Modena, festeggia i 35 anni di vita. Era il 1982, infatti, quando una quindicina di donne modenesi decise di costituire la cooperativa al termine di un corso per operatore socio-assistenziale organizzato da Confcooperative Modena. Nei primi anni la cooperativa era specializzata nell’assistenza domiciliare agli anziani; poi ha ampliato l’attività ai settori educativo-scolastico, disabilità e sanitario. Domus Assistenza costruisce e gestisce in toto strutture complesse per anziani e bambini.
«Anche per rispondere ad alcune critiche interessate, vogliamo dimostrare ai nostri utenti e alle pubbliche amministrazioni che la nostra cooperativa è in grado di giocare un ruolo da protagonista nel welfare di oggi e di domani – sottolinea De Vinco – In qualità di cooperatori, poi, dobbiamo trasmettere sempre meglio all’opinione pubblica modenese i nostri valori, spiegare in modo chiaro il nostro modo differente di essere impresa, far comprendere in pieno il contributo che – conclude il presidente di Domus Assistenza – abbiamo fornito al territorio in questi 35 anni».