Ultimo aggiornamento:  30 gennaio 2017 10:42

SIGEP 2017: modenesi tra pasticceria gelato e caffè

Oltre 200mila visitatori lo scorso anno hanno invaso i 110mila metri quadri espositivi suddivisi in 16 padiglioni. E quest’anno molto probabilmente si replicherà. Giunta alla XXXVIII edizione, Sigep conferma la sua leadership internazionale indiscussa come fiera dedicata esclusivamente ad operatori professionali di tutto il mondo, nei settori della gelateria, pasticceria artigianale, panificazione abbinati al mondo del caffè. Una quindicina i modenesi, inteso come aziende presenti. Molti di più, se pensiamo agli operatori del settore, food blogger, appassionati curiosi e altro che saranno a Rimini in questi giorni fino a mercoledì 25 gennaio alla scoperta delle novità di mercato e altro.

Il Sigep è una kermesse straordinaria per le anticipazioni, tendenze ed innovazioni delle 4 filiere. Nata su suggerimento dei gelatieri italiani aderenti alle associazioni artigiane che chiedevano una manifestazione di supporto alla loro attività, è scandita da un crescente successo non solo di pubblico che prende avvio con la sua inaugurazione nel 1980. Anche quest’anno in esposizione, materie prime ed ingredienti, impianti e attrezzature, arredamento e servizi. E poi inoltre concorsi internazionali e campionati mondiali di settore in particolare per quello che riguarda la pasticcerie. Mentre sono attesi buyer dall’Italia e dall’estero.

15 dicevamo le imprese modenesi presenti: Alpha-Pack Europe, Angelo Po, Bombonette,
Caffè Cagliari, Caffè Molinari, California Walnut Commission, Eurochef, Fruisec, Kservice,
M.A.M. Eredi Malaguti A. e C., Menù, Noi Facciamo Gelato, Pasticceria Modenese, S.P.M. Drink Systems, Toschi Vignola. Tutte più meno note e tutte che coglieranno l’occasione per presentare novità ed innovazioni particolari, approfittando del grande salone internazionale del dolciario artigianale.

Filippo Pederzini