Ultimo aggiornamento:  23 Maggio 2016 9:00

Category Archives: – Associazioni

Due modenesi per Confcooperative

Ci sono anche due modenesi nel nuovo consiglio nazionale di Confcooperative. Si tratta di Carlo Piccinini (presidente Confcooperative Modena) e Vanni Girotti (vicepresidente di Conserve Italia). Sono stati eletti dagli oltre 800 delegati che, in rappresentanza delle 19 mila cooperative aderenti, hanno confermato Maurizio Gardini alla presidenza nazionale di Confcooperative.  

Bretella Campogalliano-Sassuolo, il plauso di Confindustria Ceramica

Confindustria Ceramica plaude al passo in avanti in merito alla realizzazione della Bretella Campogalliano-Sassuolo: “La decisione del CIPE rappresenta uno snodo fondamentale nella realizzazione di un’opera che ha superato tutti i necessari percorsi autorizzativi, ambientali, amministrativi e che, in esito a una gara pubblica, ha trovato un soggetto privato realizzatore che vuole investire” afferma Vittorio

Otto modenesi per Confcooperative

Sono otto i modenesi eletti nel nuovo consiglio regionale di Confcooperative. Si tratta di Carlo Piccinini (presidente Confcooperative Modena), Diana Bortoli, Gianfranco Finelli, Paolo Meschiari, Elena Oliva, Giordano Toni, Alberto Vaccari e Gaetano De Vinco. Piccinini, Bortoli, Finelli, Meschiari, Oliva, Vaccari e De Vinco sono anche delegati all’assemblea nazionale di Confcooperative, che si è tenuta

Acimac: Sassi verso la presidenza

È Paolo Sassi, Presidente di BMR Spa, il candidato designato alla Presidenza di ACIMAC – Associazione dei Costruttori di Macchine e Attrezzature per Ceramica. Al termine delle consultazioni con le aziende associate, la Commissione di Designazione costituita dai past-president Franco Stefani, Pietro Cassani, Pierluigi Ponzoni, ha sottoposto al consiglio direttivo dell’Associazione la candidatura di Sassi,

Il Made in Italy a rischio

Nella giungla del falso Made in Italy a tavola in vendita nelle principali capitali europee è alta la probabilità di trovare sullo scaffale, con nomi ed immagini e colori che richiamano l’Italia, i formaggi ottenuti dalla polvere o il vino zuccherato vietati nel nostro Paese, che è quello con le regole produttive più stringenti di

Modena, che Bocciatura

Il gioco di parole è semplice, banale, immediato, ma ben restituisce l’idea dell’aria che da giovedì scorso si respira in via Bellinzona a Modena. Da quando cioè, i dirigenti modenesi di Confindustria hanno scoperto che il prossimo presidente nazionale dell’associazione degli industriali sarà il salernitano Vincenzo Boccia, e non il bolognese Alberto Vacchi. No, la