Ultimo aggiornamento:  28 dicembre 2017 10:17

BILANCIA “NEMICA” DELLE FESTE?

Ecco come prevenire e riparare i danni di pranzi, cene e brindisi di Natale e Capodanno

Durante il periodo Natalizio ci si sottopone ad una sfilza di pranzi e cene abbondanti, pasti luculliani, momenti conviviali, assaggi di dolci e cedimenti alcolici. Arrivare leggeri e sgonfi alle feste è il modo migliore per gustarsele a tavola senza sacrifici né sensi di colpa.

Tutto sta nella preparazione con un programma detox. Per prima cosa è bene sospendere almeno una settimana prima di Natale il consumo di dolci, pane e pasta preparati con farine bianche.

Solo al mattino ci si può concedere una manciata di cereali e muesli (da abbinare magari a uno yogurt magro) e a pranzo un piatto di riso integrale. Se non si riesce a rinunciare al pane, almeno che sia integrale o di kamut. Banditi vino e alcolici. Il menù detox prima delle feste prevede verdure cotte in abbondanza sotto forma di zuppe, passati o minestre, che aiutano il corpo a sgonfiarsi. Va bene anche la verdura cruda, a patto di non condirla eccessivamente e via libera a carne bianca, pesce, formaggi magri e legumi. La frutta va consumata con moderazione (massimo due frutti al giorno) perché alcuni tipi (banane, uva e cachi) possono alzare il tasso glicemico del sangue, scatenando il senso di fame e la voglia di zuccheri, soprattutto se consumati a stomaco vuoto.

Ottime per eliminare il senso di gonfiore e favorire la diuresi, le tisane a base di malva, finocchio, melissa, zenzero e cannella migliorano l’efficienza digestiva e aiutano a rilassare stomaco e intestino.

La prima regola per affrontare un felice ritorno alla normalità dopo le feste (e le relative abbuffate)? Evitare di salire sulla bilancia, lo consigliano persino i nutrizionisti.

Per “rientrare nei ranghi” è necessaria un’azione detox in grado di smaltire i sontuosi pasti. Per prima cosa bisogna scegliere tre giorni in cui dedicarsi a un regime alimentare che comprenda vegetali, frutta e liquidi. Via libera a zuppe, brodo vegetale, minestroni e passati di verdura. Si può iniziare la giornata con una colazione nutriente e leggera. Perfetto l’ananas, che aiuta il metabolismo e sciogliere i grassi, insieme a frutta fresca di stagione tagliata a pezzi, da abbinare a yogurt bianco magro e una manciata di noci, nocciole o mandorle. Il tè verde è antiossidante e disintossica l’organismo. In questi giorni bisogna cercare di ridurre o eliminare, latticini e carboidrati e preferire pesce cotto al vapore o carne bianca abbinati a verdura cotta come bietole e spinaci.

E il panettone e pandoro avanzati dalle feste? Se proprio non si riesce a resistere, vanno consumati esclusivamente a colazione.

Claudia Rosini


Pagine: 1 2