Ultimo aggiornamento:  25 maggio 2018 5:01

Emil Banca-PerMicro, accordo per microcredito a piccoli imprenditori e famiglie modenesi “non bancabili”

D’ora in poi anche gli aspiranti piccoli imprenditori e le famiglie modenesi oggi considerate non bancabilipotranno ricorrere al credito per trovare una soluzione alle proprie esigenze. Questo grazie all’accordo tra Emil Banca (banca di credito cooperativo presente anche a Modena) e PerMicro (società specializzata nel microcredito con esperienza decennale). La convenzione, firmata oggi, prevede che Emil Banca segnali a PerMicro eventuali clienti con una buona idea imprenditoriale o esigenze finanziarie primarie (casa, salute, istruzione), ma che a causa di un’insufficiente storia creditizia o una precaria posizione lavorativa siano esclusi dai tradizionali canali del credito.

Il microcredito all’impresa (finanziamento massimo di 25 mila euro) è rivolto a soggetti che desiderano avviare o sviluppare una piccola attività imprenditoriale e che, sebbene privi di garanzie reali, presentino una buona idea di impresa e abbiano le capacità tecniche e imprenditoriali per portarla avanti, meglio se inseriti in una rete di riferimento disposta a garantirli moralmente e ad accompagnarli durante lo sviluppo della loro attività.

Giovani, stranieri, start up: questi i clienti tipici ai quali si rivolge PerMicro che, una volta concesso il prestito, affiancherà i microimprenditori durante tutta la durata del finanziamento aiutandoli anche nella stesura del business plan e nella fase di avviamento dell’attività. Il finanziamento alla famiglia è invece pensato per rispondere a urgenti necessità primarie di credito (casa, salute e istruzione). Oltre al prestito, alle famiglie verrà offerta consulenza sul tema del credito e assistenza in caso di sovraindebitamento. In questo caso il finanziamento concesso sarà di massimo 10 mila euro. Colf e badanti, ma anche lavoratori stagionali e dipendenti di cooperative sociali: sono i clienti tipici ai quali si rivolge PerMicro per questo tipo di richieste.

«In un momento storico complicato come quello che stiamo vivendo, dare importanza alle persone, alle loro relazioni e potenzialità e non solo ai numeri delle banche dati, è fondamentale per offrire una speranza a tante famiglie che si trovano in quella terra di mezzo tra povertà e affrancamento – afferma il direttore generale di Emil Banca Daniele Ravaglia – L’accordo con PerMicro punta a trovare una soluzione non tradizionale a problemi comuni, come la difficoltà a reperire credito bancario. In passato abbiamo lavorato molto nel microcredito, ma sempre al fianco di amministrazioni locali ed enti pubblici. Oggi sosteniamo una realtà totalmente privata che sta dimostrando che quelli che il mondo bancario considera soggetti non bancabili, se ben accompagnati e sostenuti, si dimostrano clienti affidabili e con tassi di insolvenze contenuti».

«L’inclusione sociale e finanziaria sono da sempre nostri obiettivi – aggiunge l’amministratore delegato di PerMicro Andrea Limone – La collaborazione con Emil Banca, che ha un legame con le comunità locali forte e radicato, ci permetterà di raggiungerle meglio, generando opportunità e partecipando allo sviluppo del territorio».

PerMicro è la prima società italiana specializzata nell’erogazione di crediti e microcrediti, operante su tutto il territorio nazionale attraverso 14 filiali. Offre i suoi servizi ai cittadini italiani e migranti che vogliono avviare o sviluppare un’attività imprenditoriale, oltre che alle famiglie con particolari bisogni finanziari legati a casa, salute, formazione.

PerMicro ha concesso fino a oggi 18.471 finanziamenti (2.837 alle imprese e 15.634 alle famiglie), per un totale erogato di 131,2 milioni di euro.