Ultimo aggiornamento:  5 luglio 2018 6:40

Anticipare le richieste

Compie ventanni l’azienda di informatica che conta 60 dipendenti e sedi a Carpi, Reggio Emilia e Parma

 Side Soft ha festeggiato i suoi primi vent’anni. Era infatti il 15 maggio 1998 quando un gruppo di geek emiliani si ritrovarono in un magazzino di periferia e iniziarono a scrivere una storia imprenditoriale fatta di coraggio, intuizione e desiderio di portare la tecnologia informatica alla portata di tutte le aziende, grandi e piccole. “All’inizio eravamo in cinque e oggi siamo oltre sessanta – spiega Davide Costa, presidente Side Soft – ci accompagnano da sempre il desiderio di innovare e la fortuna di lavorare al fianco di uomini e donne pieni di passione e talento, certi come noi che l’informatica sia tutto sommato una scienza romantica, capace di cambiare davvero la vita delle persone e delle imprese”. Dall’apertura del primo ufficio a Carpi all’inaugurazione delle filiali di Reggio e Parma. Dai primi contratti con le aziende biotech, alla collaborazione continuativa con primari istituti bancari. Dallo sviluppo di software per il settore fashion, alla personalizzazione di soluzioni avanzate per il manifatturiero. L’evoluzione dell’industria ICT viaggia a ritmi compulsivi e Side Soft ha saputo interpretare le singole fasi restando al fianco dei suoi clienti con soluzioni innovative e su misura, riuscendo ad aumentare la capacità concorrenziale dei suoi acquirenti all’interno di un mercato sempre più competitivo e digitale, che ha progressivamente eroso le barriere materiali. “Negli anni- continua Costa – abbiamo fatto nostro un importante know-how di conoscenze, che annoverano servizi di application management, system integration, progettazione, reverse engineering ed evoluzione-verticalizzazione di soluzioni hi-tech”. Un percorso scandito da importanti sfide, alcune coincidenti con le crisi globali, altre legate ai grandi cambiamenti strutturali: dal grande spauracchio del Millenium Bug, che agli albori del nuovo millennio Side Soft ha reso indolore per le aziende esposte al rischio di vedere compromessi i propri sistemi operativi, alla lotta contro la pirateria informatica, che oggi colloca Side Soft tra gli operatori più qualificati per condurre rigorosi software testing e mettere aziende e professionisti al riparo dai rischi legati alla presenza di bug all’ interno delle procedure. “Siamo sicuri che per creare soluzioni informatiche sicure e performanti – osserva Costa – sia necessario investire in formazione e ricerca, lavorando comunque a stretto contatto con il committente per capire le sue necessità, in modo da realizzare prodotti altamente personalizzati”. La qualità del lavoro condotto dal Side Soft si è concretizzata nel tempo in importanti riconoscimenti.  A partire dalla partnership con IBM: l’accordo siglato con l’International Business Machines Corporation prevede la possibilità, per il team di progettazione Side Soft, di utilizzare i software IBM per finalità di sviluppo. Tra le case history di questa partita, va ricordata la recente implementazione, per un primario istituto bancario italiano, di un processo di web selling su piattaforma Business Process Manager (BPM). Altrettanto strategica per il gruppo, l’acquisizione della certificazione Silver dell’ISTQB® Partner Program, programma internazionale di partnership creato per riconoscere e sostenere le organizzazioni che investono nello schema di certificazione ISTQB® (International Software Testing Qualifications Board). “Ogni anno investiamo in ricerca e sviluppo circa il 15% del nostro fatturato – precisa Costa – in questo modo riusciamo a cavalcare e, spesso, anche ad anticipare le richieste di un settore, quello dell’ICT, in vorticosa evoluzione”. La crescita di Side Soft in termini di skills è andata di pari passo con l’ampliamento del business, culminato con la recente acquisizione di MCA Software, storica azienda carpigiana specializzata nello sviluppo di software gestionali per i settori manifatturiero, moda e servizi. “Sfruttando le conoscenze e le capacità di gestione che abbiamo acquisito su progettazioni di ampia scala – spiega Costa- e sulla scia del ripensamento dei cicli produttivi richiamati nel piano nazionale Industria 4.0, siamo orientati a sviluppare ulteriori accordi con società di servizi informatici, per implementare e diversificare il nostro catalogo prodotti”. E il tema delle joint venture per Side Soft rappresenta la chiave per affrontare le sfide dell’oggi. In collaborazione con M.C.A, Rizzoli-Tech e Zucchetti, Side Soft è infatti impegnata a studiare e costruire servizi personalizzati per l’allineamento delle imprese con le prerogative della fatturazione elettronica. Parallelamente, al fianco di SMC Treviso sta proponendo soluzioni IoT, acronimo dell’espressione “Internet of Things”, da applicare al comparto building per la raccolta di dati processati all’interno di edifici e legati al funzionamento, ad esempio, di sistemi di sicurezza, dispositivi per il risparmio energetico e applicativi per la domotica.