Ultimo aggiornamento:  4 Luglio 2016 10:17

MATTEO SERVENTI, Fimar Carni di Solignano di Castelvetro

“L’interesse per la carne ora, è dei mercati emergenti, Est Europa e Paesi del Sud America. Sta migliorando la qualità della vita e quindi la richiesta di carne per i consumi anche quotidiani. A differenza di quanto sta avvenendo negli stati UE, dove trend e consumatori ora volgono più verso stili di vita in cui

MATTEO GHIDI, Parmareggio di Modena

Riflessioni a 360 gradi per Matteo Ghidi, responsabile Marketing di Parmareggio, realtà imprenditoriale modenese (quella dei topolini) leader nella produzione e commercializzazione di parmigiano reggiano. “Cibus? Molto positivo quest’anno. Mercato? Bene Italia e in crescita l’estero. Trend aziendale? Positivo +7,5% il fatturato. L’UE? Dovrebbe tutelare i prodotti di qualità italiani di più.“ E parte da

Piede sull’acceleratore sulla scia di EXPO 2015

Tanta gente, molti stranieri, sorrisi e parecchia soddisfazione. Se volessimo scattare un’istantanea alle imprese modenesi presenti al Cibus 2016 – ben oltre sessanta tra aziende e consorzi – questi elementi compaiono tutti, e ben in primo piano. Tra le pieghe invece c’è il resto: i fatturati in crescita o stabili (bene), non senza qualche timore

TOPJET, la soluzione in codice

Codici a barre, etichette, date di scadenza impresse direttamente sul prodotto con inchiostro alimentare: chi non ha mai avuto a che fare con questi simboli e numeri, ormai entrati nella nostra quotidianità attraverso i cibi che acquistiamo al supermercato o i capi di abbigliamento che acquistiamo nelle boutique di moda. Ciò che forse non tutti

Tecnologia che restituisce la vita

Quando basta chiedere o cercare e trovi, perché sul mercato c’è; quando la domanda ha risposte molteplici, semplici o complesse in grado di esaudire ogni richiesta, ma costose; quando, soprattutto è stato inventato tutto… Allora? Reinventi. O, nel caso di EDB 09 – azienda modenese che opera nella rigenerazione delle macchine rotanti (motorini d’avviamento e

Dal bosco alla bottiglia, il sughero che fa la differenza

Una storia che parte da un viaggio in Portogallo, un ritorno in treno con due sacchi pieni di tappi di sughero e una visione lungimirante a spianare la strada di un futuro promettente in un settore di nicchia. “Tutto è iniziato nell’immediato dopoguerra, all’inizio degli anni Cinquanta, quando mio nonno Nestore quasi per gioco si