Ultimo aggiornamento:  20 Giugno 2016 9:50

Category Archives: Articoli

Modena meno modenese

Assaggio assembleare per Valter Caiumi, presidente di Confindustria Modena da un biennio, che non ha bisogno di rinnovi elettorali. A fine anno è confermato l’avvio del processo di fusione tra Modena, Bologna e Ferrara. Per il 2017 e 2018 le cariche resteranno congelate e poi con il 2019 nascerà la grande Confindustria Emilia. Quindi, in

Piastrella cool

Tempo di Assemblee anche per Confindustria Ceramica, l’associazione nazionale di categoria con sede a Sassuolo, che raggruppa 228 industrie italiane di piastrelle di ceramica, ceramica sanitaria, stoviglie e materiali refrattari, che occupano 25.152 addetti e che hanno fatturato 5,839 miliardi di euro nel 2015, grazie a vendite oltre confine per l’78,9%. Il Presidente Vittorio Borelli

Carpi, ennesima occasione sprecata?

Un anno dopo, sempre la stessa storia. Non è cambiato praticamente nulla dal giugno 2015, quando su questo portale scrivevamo cosa avrebbe perso Carpi in termini di ricaduta economica se il Carpi fosse andato a giocare a Modena le partite casalinghe di Serie A, in quanto lo stadio della Città dei Pio non era adeguato

Terremoto nell’associazionismo modenese

Sta succedendo un po’ di tutto nelle stanze di governo delle associazioni datoriali della nostra provincia, in particolare Cna e Confesercenti: cambi della guardia inattesi, rumorose dimissioni e scambi di dichiarazioni al vetriolo. Insomma sembra che il sistema associativo, che in questi anni di crisi ha contribuito a tenere in sella il mondo economico locale,

La piastrella della cultura

Confindustria Ceramica rilancia per il terzo anno, insieme ai 7 comuni del distretto ceramico – Casalgrande, Castellarano, Fiorano Modenese, Formigine, Maranello, Sassuolo e Scandiano – il progetto Ceramic Land. Questi eventi culturali, intitolati Lezioni d’Autore, si avviano il 9 giugno con un primo ciclo di conferenze, che si svolgeranno all’interno delle industrie ceramiche del distretto.

Angelo Po passa agli americani

Angelo Po, la storica società carpigiana a capo di un gruppo leader a livello internazionale nel mercato degli impianti per la ristorazione professionale, passa di mano agli americani. La famiglia Po ha infatti ceduto il 100% dell’azienda a Marmon Food, Beverage & Water Technologies Company, società basata in Usa parte di Berkshire Hathaway Inc. “L’accordo