Ultimo aggiornamento:  11 Aprile 2019 10:13

Category Archives: – Alimentare

Vinitaly 2019: lambrusco e soddisfazioni

“Un afflusso di visitatori che non si vedeva da anni… un numero di contatti quasi impensabili.” Commenti positivi che riflettono la soddisfazione respirata tra gli operatori modenesi presenti al 53esimo Vinitaly. Un edizione dai numeri importanti: più di 4000 espositori da tutto il mondo a Verona dei quali 36 dal nostro territori. Tanta dicevamo, la

VINITALY CHIAMA? E IN 35, DA MODENA RISPONDONO!

Vinitaly 2019: domenica 7 aprile apre i battenti e da Modena si presentano in 35 quest’anno. La maggior parte realtà vitivinicole, produttrici di Lambrusco di Sorbara e Grasparossa (oltre alle altre tipologie tipiche di zona), seguite dai Consorzi di tutela ed aziende contigue al mondo del vino. Sostenute, da una buona annata, sia per qualità,

L’acqua, nella terra del lambrusco

Un punto di riferimento da oltre vent’anni come partner puntuale e affidabile, capace di assicurare qualità e sicurezza dei prodotti Un fornitore d’acqua nella terra del lambrusco? “Sì, proprio così! Come il lambrusco, tipico delle nostre zone, anche l’acqua di sorgente è un bene prezioso, del territorio. Curato dal lavoro di persone che ogni giorno

Pochi, ma eccellenti!

Curiosità ed interesse nei confronti del prodotto modenese, che non sfigura nel tempio dell’alto di gamma. Ma la sorpresa arriva dal mercato italiano: +10% rispetto allo scorso anno Sventola alta, al pari di quelle più blasonate, anche la bandiera di Modena, sul Merano Wine Festival. 11, i produttori presenti quest’anno tra habitué e new entry,

Da Modena a Merano per salire sul podio dell’enogastronomia

Buone nuove da Merano. Non solo per il vino, nonostante il Kurhaus Hotel con il Wine Festival sia uno dei templi ormai internazionali dell’alto di gamma, ma anche per altri prodotti modenesi artigianali, dall’aceto balsamico, ai liquori. In più, il mercato, con un 2018 segnato da buone soddisfazioni di crescita. Le parole sono quelle dei

Il gusto di Modena

Capitale del food? Nessuno lo pretende. Però se incrementa il numero di coloro che arrivano a Modena, appositamente per degustare quelli che sono i suoi prodotti di punta, anche declinati in pietanze apprezzate ed amate in ogni dove, una ragione ci sarà. E la riconferma di ciò, c’è in questi giorni, con l’accampamento all’ombra della