Ultimo aggiornamento:  29 Aprile 2016 7:08

La carta che conviene

Fare il passo di una lunghezza proporzionata alla gamba che si ha. È seguendo questa filosofia che la storica azienda Imballaggi Cavicchioli nata a Carpi nel 1946 si è evoluta, arrivando alla terza generazione al comando. Questa azienda leader nel settore degli imballaggi in cartone ondulato, oggi conta 25 dipendenti tra la sede di Carpi

“Segnali di inversione di tendenza”

Stefano Betti, 51 anni, amministratore delegato della Costruzioni Generali Due, con sede a Baggiovara, è stato eletto il 16 marzo presidente dell’Ance Emilia-Romagna, l’associazione dei costruttori edili della Regione, aderenti a Confindustria. Il successore di Gigi Montagnani, l’indimenticato patron del Modena Football Club dell’era di Gianni De Biasi, è già stato presidente dell’Ance modenese dal

Alla tavola del bio

Tra le pieghe della crisi le opportunità. Tra le pieghe del territorio, aziende che prosperano. Aziende di nicchia, attive in settori anche noti, come il food, ma differenti proprio per la particolarità dei prodotti offerti. Come l’olio, ad esempio: particolare se si tratta di quello d’oliva (siamo pur nel modenese…), sorprendente se invece è di

Labeerinto: birra maestro

Prendete 10 persone, con in comune una forte passione per la birra. Più o meno giovani, e ognuno con esperienze diverse alle spalle. Tutti però con una gran voglia di mettersi in gioco. Ecco fatto Labeerinto, nuova realtà imprenditoriale modenese per la produzione di birra artigianale. Start up giovane, ma con già all’attivo due punti

Matteo Pozzi, Marani Irrigazione – Modena

“È un avvio d’anno che si mostra molto dinamico anche per quello che riguarda il settore dell’irrigazione – non ha difficoltà ad ammettere Matteo Pozzi dell’azienda modenese Marani Irrigazione – Si sta riflettendo anche dal buon numero di presenze in fiera, come dall’interesse nei confronti dei nostri prodotti. D’altronde non poteva essere altrimenti data la

Luca Amidei, IRTEC Irrigazione – Castelvetro

“Resto dubbioso che sia l’anno questo in cui si tornerà ad investire in modo corposo nel settore agricolo – esordisce Luca Amidei di Irtec, precisando che forse in alcuni ambiti rispetto ad altri, potrebbe esserlo – Per la ragione che il costo dei prodotti coltivati all’origine resta ancora molto basso sui mercati, la liquidità non